Sembra un gioco di parole...ed in effetti un po’ lo è. Un IDE (Integrated Development Environment - Ambiente di Sviluppo Integrato) è un programma che ti serve per programmare.

Per poter sviluppare un software bisogna soddisfare tre esigenze fondamentali:

1. Conoscere a fondo il cosiddetto “dominio applicativo” cioè l’esigenza espressa dal committente e l’ambiente in cui il programma si installerà.
2. Conoscere il linguaggio e la logica di programmazione
3. Avere un programma che ti permette di programmare

Il primo punto deve essere obbligatoriamente condiviso con il committente in quanto solo lui è in grado di fornire le informazioni della propria esigenza e solo lui può spiegare le procedure della sua attività.

Il secondo punto invece è una competenza del singolo sviluppatore che si acquisisce con tanto studio e tanta esperienza.

Il terzo punto è il più semplice: un programma per programmare ma pur essendo semplice da ottenere non risulta comunque facile districarsi in mezzo alla quantità di IDE disponibili in commercio.

Un IDE dipende fondamentalmente da 3 fattori imprescindibili:

A. Il linguaggio di programmazione usato per sviluppare
B. Il sistema operativo su cui operate
C. Dove dovrà essere utilizzato il programma che state andando a creare

Due precisazioni per il nostro viaggio nell’universo degli IDE 

In questo articolo non mi addentrerò nelle differenze tra i vari tipi di linguaggi di programmazione (imperativo, funzionali dichiarativi scripting ecc. ecc.) e vi rimando ad un interessante articolo di Wikipedia.

Secondariamente non propongo verità assolute considerando che in informatica, soprattutto nella programmazione, lo stesso risultato si può ottenere in moltissimi modi diversi. Ad esempio un’applicazione Windows desktop - come ad esempio Microsoft® Word - può essere realizzata con Microsoft.NET oppure in Python oppure in Javascript con compilatori per Windows).

Vi parlerò della mia personale esperienza sul campo analizzando i linguaggi di programmazione (e quindi i relativi IDE) che conosco per l’uso che ritengo a loro più congeniale; ogni concetto espresso non sarà quindi una verità assoluta e sarò più che felice di chiacchierare con chiunque pensi che abbia scritto qualche castroneria in modo da cambiare, nel caso, anche il mio punto di vista.

Il linguaggio di programmazione

il miglior IDE per sviluppare dipende in primo luogo dal linguaggio di programmazione software usato, infatti non tutti gli IDE permettono di essere utilizzati per qualsiasi linguaggio. In merito ritengo, da sempre, che non esista il linguaggio di programmazione perfetto e ogni linguaggio ha i suoi punti di forza e le sue problematiche. Analizzerò pochi linguaggi di programmazione ma ce ne sono moltissimi altri come ad esempio Objective C oppure Ansi C o Java , se vorrete che approfondisca qualche altro linguaggio fatemelo sapere e valuterò l’aggiunta in futuro.

Programmare in C#

Se il vostro linguaggio di programmazione preferito è C# restringete automaticamente le possibilità a pochissimi IDE dove, a farla da padrona, è Microsoft® con tre prodotti distinti e cioè Visual Studio, Visual studio Code e Visual studio per Mac. Esistono altre possibilità come il recente Rider di JetBrains oppure MonoDevelop ma ritengo ancora oggi Visual Studio la scelta obbligata per chi vuole programmare in C#.

Fino alla versione 2013 Visual Studio era stato rilasciato unicamente come prodotto a pagamento mentre dalla versione 2015 è stata rilasciata una versione definita Community totalmente gratuita anche per prodotti commerciali a patto di essere utilizzata da aziende piccole e con pochi sviluppatori (potete trovare maggiori dettagli nella licenza relativa sul sito di Microsoft) Visual studio Code è totalmente gratuito ma viene visto non tanto come IDE integrato ma più come un editor di testo molto evoluto che permette qualche iterazione mentre Visual Studio per Mac è ancora in fase beta e, al momento in cui redigo questo articolo, non è chiaro se Microsoft lo metterà a pagamento o meno nella sua release finale.
Mentre MonoDevelop è totalmente open Source Rider invece sarà sicuramente rilasciato con un costo. Tuttavia il primo ha lo sviluppo fermo da un bel po’ anche perché, non vorrei sbagliarmi, ma Microsoft ha praticamente inglobato buona parte dei programmatori per sviluppare il già citato Visual studio Code.
Sarò molto curioso di provare Rider non appena verrà rilasciato in maniera definitiva in quanto JetBrains solitamente fa programmi molto ben fatti e funzionali.

Programmare in PHP

Se il vostro linguaggio di programmazione preferito è PHP si aprono le porte a diversi IDE funzionali per lo sviluppo di applicazioni PHP. AL solito vi indicherò quelli che per me sono gli IDE migliori in tale ambito. Oltre al già citato Visual Studio Code ritengo di un ottimo livello PHP Storm di Jet Brains  oppure Sublime Text. Quest’ultimo al pari di Visual Studio Code non è propriamente un IDE completo ma è molto funzionale e se il programma PHP non è troppo complicato risulta di facile implementazione ed utilizzo. PHP Storm e Sublime text non sono gratuiti ma il costo richiesto è estremamente basso.

Programmare in Javascript

Se per PHP le scelte sono diverse per Javascript diventano praticamente infinite. Con l’avvento dell’utilizzo di Javascript fuori dall’ambito del browser (che ha segnato una svolta nel mondo della programmazione) Javascript è diventato uno dei tool necessari ad ogni sviluppatore del giorno d’oggi. Gli IDE che ho selezionato sono oltre ai già citati Visual Studio Code e SublimeText anche WebStorm di JetBrains. Quest’ultimo è un prodotto molto potente e versatile purtroppo con un costo tutto sommato elevato. Qualcuno potrebbe obiettare che Javascript non è propriamente un linguaggio di programmazione ma non entro in tale dibattito in quanto si tratta, secondo me, di una questione di lana caprina di poco conto. L’ide stesso di Visual Studio Code è stato sviluppato praticamente tutto in Javascript...quindi se si riesce a fare un programma (ricordate?!? Un ide è pur sempre un programma!) io lo reputo ufficialmente un linguaggio di programmazione.

Il sistema operativo

I tre sistemi operativi di maggior rilievo sono: Windows, MacOs e Linux.
Gli IDE sopra esposti non sono tutti multipiattaforma quindi in base al vostro sistema operativo dovete per forza di cose scegliere un IDE rispetto ad un altro. Visual Studio è solo per Windows, Visual Studio Code è multipiattaforma mentre Visual Studio per Mac è solo per Mac OS. MonoDevelop, PHP Storm, SublimeText e WebStorm sono invece tutti multipiattaforma.

Utilizzo del programma

In funzione dell’accoppiata IDE/linguaggio di programmazione Il programma generato con un IDE potrà essere usato su diverse modalità come Windows desktop, mobile, oppure web. Nella tabella riassuntiva sotto riportata troverete i vari IDE presi in esame per quali piattaforme di destino possono produrre programmi.

 tabelle comparativa ide

consulta i nostri servizi di programmazione

 


Gianluca Mariani programmatore

Gianluca Mariani
Programmazione

certificazione google adwords 

usiamo cookies a fini statistici per migliorare l'esperienza utente